I test per intolleranze alimentari sono attendibili? No. Lo dice la SIAAC.

I cosiddetti test sulle intolleranze alimentari sono esami effettuati per risalire ad alimenti o sostanze in essi contenute che l’organismo fatica a metabolizzare. Tuttavia, nonostante i test per le intolleranze alimentari siano molto diffusi, essi non sono mai stati approvati dalla comunità scientifica. Ciò significa che la loro attendibilità non è provata, anzi.

Per questa ragione, l’Ordine dei Biologi Nutrizionisti ha vietato di effettuare questo tipo di test a chi esercita la professione di nutrizionista, fatta eccezione per i test per l’intolleranza al glutine e al lattosio.

I test per le intolleranze alimentari sono inattendibili, secondo la SIAAC

Inoltre, la SIAAC, ovvero la Società Italiana di Allergologia e Immunologia Clinica, ha inserito questi test ne “Le cinque pratiche a rischio d’inappropriatezza di cui medici e pazienti dovrebbero parlare“.

Secondo la SIAAC, infatti, i test genetici effettuati per evidenziare eventuali intolleranze alimentari sono scientificamente inattendibili. In particolare per quanto riguarda alcune presunte intolleranze che non siano quelle al lattosio o al glutine, è necessario stare attenti ai cosiddetti test per le intolleranze alimentari proposti da numerosi medici, farmacisti e anche da colleghi biologi.

Al punto del documento “Le cinque pratiche a rischio d’inappropriatezza di cui medici e pazienti dovrebbero parlare”, la SIAAC chiede esplicitamente ai professionisti della nutrizione di non eseguire i cosiddetti “test per le intolleranze alimentari” fatta eccezione per i test validati per indagare sospetta celiachia o intolleranza al lattosio

L’utilizzo di tali metodiche, infatti, fornisce risultati inattendibili e non clinicamente correlabili alle problematiche riportate dai pazienti, ed espone inoltre i pazienti a rischio di diete potenzialmente dannose per la loro salute. Ne consegue che sintomi e disagi per i quali i test erano stati eseguiti continueranno a sussistere senza alcun vantaggio per lo stato di salute generale del paziente.

I cosiddetti test per le intolleranze alimentari, infatti, 9 volte su 10 risultano positivi per una serie di alimenti che prontamente vengono eliminati dall’alimentazione del paziente. Ma se questi alimenti sono eliminati dalla dieta in maniera indiscriminata i danni per la salute potrebbero essere notevoli.

Hai bisogno di una consulenza nutrizionale? Prenota la tua prima visita dal nutrizionista Dott. Liguori. Lo studio del nutrizionista si trova a Cosenza e Bisignano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Dott. Vincenzo Liguori - Biologo nutrizionista

ISCRIVITI ALLA

NEWSLETTER!

Compilando il modulo affianco potrai ricevere periodicamente ed in esclusiva per te preziosi consigli nutrizionali, approfondimenti, e ricette salutari oltre che promozioni e contenuti riservati solamente agli iscritti. È semplice ma soprattutto è gratuito! Inoltre ti garantisco che i tuoi dati rimarranno al sicuro e non verranno ceduti a terzi. 

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito web e cookie di profilazione, anche di terze parti, che ci aiutano ad analizzare e capire come utilizzi questo sito web per offrirti un’esperienza personalizzata. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra privacy policy.
Cliccando sul tasto Accetto, chiudendo questo banner o interagendo con i link o i bottoni al di fuori di questo banner acconsenti all’uso dei cookie.