Carciofi: proprietà nutrizionali e benefici

I carciofi sono un ortaggio tipico della stagione primaverile. Da marzo a giugno è possibile consumare carciofi di stagione. La pianta rifiorisce poi nel periodo autunnale motivo per cui il carciofo è considerato una sorta di ortaggio perenne, reperibile in quasi tutti i mesi dell’anno.

I carciofi si consumano cotti per via della loro natura coriacea. Le foglie esterne e il gambo, infatti, sono molto duri e difficilmente masticabili. Ecco perché con queste parti della pianta è preferibile realizzare decotti. Mentre le foglie interne, più morbide, sono ideali per realizzare moltissime ricette, sane e gustose.

Una volta cotti, i carciofi hanno una consistenza tenera e un saporo dolciastro. Non sono solo piacevoli da gustare, ma presentano anche delle ottime proprietà nutrizionali

Le proprietà nutrizionali dei carciofi

Tra le proprietà nutrizionali dei carciofi ricordiamo che:

  • Contrastano l’ipertensione, grazie all’elevato contenuto di potassio.
  • Contrastano l’ipercolesterolemia, grazie alla presenza di fibre.
  • Migliorano la funzionalità del fegato (merito della cinarina).
  • Migliorano i processi digestivi.
  • Favoriscono la diuresi.

Carciofi e prevenzione di tumori e patologie gravi

Il carciofo è ricco di polifenoli, in particolare la quercetina e la cinarina, dalle importanti proprietà antiossidanti. Insieme ai carotenoidi cioè luteina e beta-carotene, e ai flavonoidi, soprattutto la rutina, queste sostanze rendono il carciofo un alimento alleato nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.

Il carciofo inoltre, è un alimento importante nell’alimentazione di chi soffre di disturbi intestinali perché ne promuove il buon funzionamento senza dimenticare che un consumo adeguato di carciofi aiuta a ridurre il rischio di cancro al colon perché questo ortaggio apporta un giusto quantitativo di fibre all’organismo.

Per maggiori dettagli su alimentazione e cancro al colon leggi l’approfondimento Tumore del colon-retto e alimentazione: consigli e prevenzione

Le fibre aiutano anche a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Il carciofo è inoltre fonte di molecole caratterizzate da proprietà antiossidanti che aiutano a difendere l’organismo dall’azione dei radicali liberi.

Un alimento ricco di vitamine utili in tutte le fasi della crescita

I carciofi sono inoltre ricchi di vitamine del gruppo B, importanti per il buon funzionamento del metabolismo.

In particolare, la vitamina B9 che è fornita all’organismo sotto forma di folati, promuove nelle prime fasi della gravidanza lo sviluppo corretto del sistema nervoso centrale. Durante i primi mesi di gestazione, infatti, si suggerisce alla donna di assumere integratori a base di acido folico. Introdurre i carciofi nella propria alimentazione durante i primi mesi della gravidanza aiuta ad acquisire il giusto apporto di folati anche attraverso l’alimentazione.

Un’altra vitamina presente nei carciofi è la vitamina K utile per la salute delle ossa e del cervello.

Ancora, questo ortaggio è ricco di potassio che protegge la salute cardiovascolare, e di rame e di ferro, importanti per la produzione dei globuli rossi.

Attenzione: Il carciofo può interferire con l’assunzione dei diuretici. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Le ricette del Nutrizionista dott. Liguori: carciofi trifolati

Se stai seguendo un regime alimentare speciale prescritto da un nutrizionista oncologico o semplicemente desideri seguire un’alimentazione sana a base di alimenti come i carciofi, dalle proprietà antitumorali importanti, ecco una ricetta facile e gustosa da provare subito.

Ingredienti

  • 8 carciofi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • brodo vegetale possibilmente fatto in casa
  • 20 g di burro
  • sale qb
  • pepe nero qb

Procedimento

  • Per realizzare i carciofi trifolati dovrete per prima cosa mondarli, dopo aver separato i gambi dalle corolle.
  • Tagliate i gambi a pezzetti dopo averli spelati per togliere i filamenti fibrosi. Per quanto riguarda le corolle, tagliatele poco oltre la metà per eliminare le spine e sfogliate via le foglie esterne più dure.
  • Quindi scavate le foglie con un cucchiaino per eliminare il fieno interno e tagliatele a fettine sottili.
  • Trasferite le foglie mano a mano in acqua acidulata perché non anneriscano.
  • Scaldate in una padella l’olio con uno spicchio d’aglio. Quando avrà preso colore toglietelo dalla fiamma e unite i carciofi.
  • Salate, pepate e fateli cuocere a fuoco vivo per 5 minuti.
  • Unite due mestoli di brodo vegetale, coprite con un coperchio e fate cuocere per 15 minuti.
  • A cottura ultimata unite il burro e il prezzemolo e mescolate bene.

Hai bisogno di una consulenza nutrizionale? Prenota la tua prima visita dal nutrizionista Dott. Liguori. Lo studio del nutrizionista si trova a Cosenza e Bisignano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Dott. Vincenzo Liguori - Biologo nutrizionista

ISCRIVITI ALLA

NEWSLETTER!

Compilando il modulo affianco potrai ricevere periodicamente ed in esclusiva per te preziosi consigli nutrizionali, approfondimenti, e ricette salutari oltre che promozioni e contenuti riservati solamente agli iscritti. È semplice ma soprattutto è gratuito! Inoltre ti garantisco che i tuoi dati rimarranno al sicuro e non verranno ceduti a terzi. 

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito web e cookie di profilazione, anche di terze parti, che ci aiutano ad analizzare e capire come utilizzi questo sito web per offrirti un’esperienza personalizzata. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra privacy policy.
Cliccando sul tasto Accetto, chiudendo questo banner o interagendo con i link o i bottoni al di fuori di questo banner acconsenti all’uso dei cookie.